E’ arrivato con il 19 marzo, giorno di S.Giuseppe, il periodo migliore per iniziare la coltivazione della patata in un suolo adeguatamente preparato. Oggi, vi diremo passo per passo come iniziare e portare avanti la coltivazione, anche con dei consigli sui nostri prodotti naturali per la coltivazione.

Come coltivare la patata in modo semplice e con prodotti naturali

La patata è una pianta che si adatta con facilità a diversi tipi di terreno. Le rese migliori, tuttavia, si ottengono nei terreni mediamente sciolti, dotati di sostanza organica, ben areati e con un pH compreso tra 5,5 e 7,5. Meno idonei sono i terreni sabbiosi con un basso tenore di humus, nonché quelli troppo argillosi che non consentono lo sviluppo del tubero e favoriscono i ristagni idrici. Prima della semina, nella fase di preparazione del terreno, oltre alla sostanza organica si apporta della Farina di Basalto®, nelle sue specifiche granulometria per il suolo (Multielementi strutturante tipo F o XM a seconda del tipo di suolo), insieme all’ Attivatore probiotico Suolo Vivo. I due prodotti hanno un effetto ammendante sul suolo e sono anche una fonte di elementi minerali, come silicio, potassio, ferro, calcio e magnesio, importanti per lo sviluppo senza carenze e per un incremento della qualità; inoltre, i microrganismi attivi dell’Attivatore probiotico elaboreranno la sostanza organica e la parte minerale per amplificare l’efficacia della dotazione organo-minerale. Nella preparazione del terreno, si utilizza 0.15 -0.30 Kg/m2 di Multielementi strutturante (tipo F o XM) prima della lavorazione finale del suolo. L’attivatore probiotico, può essere distribuito in questa fase nella dose di 10 ml/m2. La semina della patata sul terreno si effettua predisponendo dei solchi sui quali le patate vengono adagiate. Le distanze sono di 30 cm tra una e l’altra.

Nella maggior parte dei casi si sceglie la riproduzione a partire dal tubero stesso, con le cosiddette patate da seme opportunamente frazionate in corrispondenza delle gemme. Proprio in questa fase si può integrare la fase di concia della patata con una piccola quantità di Farina di Basalto® XF che migliorerà la germinazione e l’emissione delle gemme da cui La nuova pianta di patata nasce e si sviluppa, con un ciclo completo che va dai 3 ai 5 mesi. Dopo aver richiuso il solco si ricopre di terra la patata lascandola a circa 10 cm di profondità e mantenendo una distanza di almeno 60 cm tra una fila e l’altra. Laddove il trattamento con l’Attivatore probiotico non fosse stato effettuato nella fase di preparazione del terreno, può essere fatto anche in questa fase e anche durante la successiva di accrescimento della pianta, così da mettere le radici in condizione di estrarre quanti più nutrienti possibili nelle loro vicinanze.

La coltivazione delle patate ha una certa necessità idrica. Si dà poca acqua subito dopo la semina e si aumenta invece nella fase di accrescimento vegetativo, ricorrendo di solito all’irrigazione a scorrimento sfruttando il solco, oppure a pioggia per le grandi superfici. In ogni caso l’apporto idrico deve essere uniforme, senza esagerazioni che avrebbero il rischio di causare ristagni idrici e la conseguente insorgenza di malattie fungine. Segue poi la delicata fase in cui la giovane pianta, che emerge subito a temperature di 12-15 gradi, è molto sensibile ai ritorni di freddo, abbastanza frequenti in primavera. In questa fase possono iniziare dei trattamenti regolari con la Farina di Basalto® XF, Biostimolante fogliare, che nutrirà con i suoi elementi minerali, ma allo stesso tempo darà una protezione ulteriore alla pianta che sarà esposta a patogeni ed eventi atmosferici. I trattamenti possono seguire un andamento regolare con una dose di 150 g ogni 10 L d’acqua da effettuare ogni 10 – 15 giorni.

Una volta che la pianta ha superato la fase di emergenza inizia l’accrescimento della parte sopra il suolo, diversificata in base alla varietà e condizionata da parametri come la fertilità del terreno, i sistemi colturali e le variazioni climatiche. Lo stadio evolutivo successivo è naturalmente quello della fioritura, poco prima del quale si avvia la formazione dei tuberi. Si passa poi alla fase di maturazione della patata, denotata dal graduale ingiallimento delle foglie e dei fusti, nel corso della quale le patate sotto il terreno cambiamo colore passando da verde a giallastro e comincia a formarsi la buccia. La patata è pronta per la raccolta quando le foglie della pianta ingialliscono e i fusti si disseccano. La raccolta delle patate si esegue quando la pianta è del tutto disseccata nella parte aerea.

Tre preziosi consigli per la coltivazione:

Soprattutto nelle prime fasi di crescita, sarà necessario eliminare tutte le altre piante che andranno a competere con la nostra coltivazione, effettuando quindi una sarchiatura manuale o meccanica.

Importante fase sarà la rincalzatura, ossia l’apporto di terra in corrispondenza della base delle piante in via di sviluppo che di norma si effettua dopo almeno un mese dalla semina, quando le piante hanno raggiunto circa 15-20 centimetri di altezza. Questa operazione consentirà di proteggere i tuberi superficiali dalla luce del sole, che altrimenti diverranno verdi e non saranno commestibili.

La conservazione della patata è una fase delicata, per questa ragione Il tubero dovrà essere ben ripulito da tutti i residui di terriccio e conservato in luogo fresco e al riparo dalla luce.

Non resta che augurarvi buon lavoro, ricordate che la tradizione vuole che la semina sia effettuata il giorno di San Giuseppe, il 19 marzo, ma che potrete anticipare o posticipare la semina a seconda della latitudine alla quale vi trovate: fate attenzione alle gelate tardive!

La foto è del nostro amico ed affezionato cliente Rocchini Claudio, che si è portato avanti con la semina nel weekend appena passato

DOVE ACQUISTARE LA FARINA DI BASALTO®

Per acquistare la Farina di Basalto® puoi:

  • Consultare la mappa dei rivenditori presso i quali è possibile acquistare i prodotti della linea Farina di Basalto®.
  • Navigare sul nostro shop online dove è possibile trovare tutte le tipologie di Farina di Basalto in vari formati e pesi
  • Contattarci per ulteriori informazioni, utilizzando il form della pagina contattaci