Mosca dell’olivo: come prevenire e contrastare gli attacchi negli oliveti con la Farina di Basalto® XF

Questo parassita può causare gravi danni nei tuoi oliveti

Mosca dell’olivo: come prevenire e contrastarne gli attacchi con la Farina di Basalto® XF

Una soluzione del tutto naturale per la lotta alla mosca dell'olivo sempre più apprezzata dagli agricoltori.

Immagine di una mosca olearia posata su un oliva verde

La mosca dell’olivo (nome scientifico Bactrocera oleae Rossi, 1790) è un parassita molto comune degli oliveti, che può causare gravi danni alle olive e comprometterne la qualità. Un metodo efficace per contrastare gli attacchi della mosca dell’olivo è l’uso della Farina di Basalto® Tipo XF. Si trattata di un prodotto naturale che sta guadagnando sempre più popolarità tra gli agricoltori.

Anche quest’anno, a partire da questo periodo, occorre provvedered a mettere in piedi una strategia adeguata per contrastare gli attacchi della mosca olearia, per una lotta che ti consenta di preservare le tue produzioni.

In questo articolo ti mostreremo come utilizzare la Farina di Basalto® Tipo XF per prevenire gli attacchi da mosca olearia e per sostenere la produzione del tuo oliveto.

Ma andiamo per ordine.

Mosca dell'olivo, ovvero Bactrocera oleae: cos’è e danni alle produzioni

Danni sia nella quantità di produzione di olive che in qualità di produzione di olio d'oliva extra vergine EVO

La mosca dell’olivo (Bactrocera oleae) è un dittero estremamente conosciuto dagli olivicoltori per via dei gravi danni che causa negli oliveti. La sua pericolosità è dovuta al fatto che si tratta di una specie carpofaga, ovvero che allo stadio larvale scava e si nutre della drupa, determinando notevoli danni per la produzione di olive sia in termini quantitativi che qualitativi.

Gli attacchi da mosca dell’olivo causano:

  • danni quantitativi: legati alla cascola anticipata delle drupe e alla bassa resa delle olive;
  • danni qualitativi: difetti organolettici dell’olio (olio rancido e con sentore di muffa). Le olive presentano una qualità scadente, dato che possiedono un’acidità elevata ed un alto valore di perossidi. Ciò determina l’ossidazione dell’olio con conseguente irrancidimento. La cattiva qualità è dovuta anche alla presenza di larve di terza età e dalle specie fungine che colonizzano le drupe attaccate dalla mosca.

Ciclo di vita della mosca dell’olivo

Uovo – Larva di 1° età – Larva di 2° età – Larva di 3° età – Pupa – Nuovo esemplare

Bactrocera oleae è un dittero di 5 mm, che si contraddistingue per il capo rossiccio e gli occhi verdi. La femmina ovidepone nei frutticini in fase di indurimento del nocciolo, generalmente da fine giugno a metà luglio, in base all’andamento climatico e alla varietà. La mosca dal momento che sfarfalla impiega circa 2 giorni per ovideporre, ma tale periodo è fortemente condizionato dalle temperature.

Solitamente le femmine depongono un solo uovo per drupa. Dopo la schiusura dell’uovo (da 2-3 a 10 giorni, in base alla temperatura), la larva di prima età scava una galleria superficiale nel frutto, che a seguito delle due mute larvali, diventerà più ampia e profonda. Dopo circa 10-20 giorni, la larva si impupa in prossimità del foro d’uscita da cui sfarfallerà l’individuo adulto dopo circa 10 giorni.

La durata del ciclo è dipendente dall’andamento delle temperature e dell’umidità. Le temperature ideali per la deposizione delle uova sono attorno ai 25 °C con umidità elevata. Con elevate temperature (superiori a 30 °C) gli adulti sono inattivi e di conseguenza si riducono gli attacchi.

Nel corso di un’annata si susseguono più generazioni, nei nostri areali sono in media 3 o 4 generazioni, in funzione dell’andamento climatico. Nell’ultima generazione la larva si impupa e sverna nelle olive rimaste sulla pianta o cadute nel terreno.

Monitoraggi della mosca dell’olivo

Un'azione necessaria per una prevenzione tempestiva

Mosca dell olivo - EuropäischenZweiflügeligen1790TafCLVIII

Il monitoraggio delle popolazioni della mosca deve essere effettuato per ogni generazione attraverso catture almeno settimanali degli adulti. Al fine di determinare l’infestazione attiva nelle drupe (sommatoria di uova e larve giovani vive di 1° e 2° età presenti al loro interno) per verificare il superamento o meno della soglia di intervento.

Il monitoraggio fondamentale è quello a partire dalla metà di giugno, con l’installazione di 2-3 trappole per ettaro. I dati che vengono raccolti periodicamente servono per avere una valutazione della presenza della mosca, allo stadio di adulto, per tracciare le curve di volo ed avere un’idea dell’entità della popolazione.

Difesa preventiva contro la mosca olearia con Farina di Basalto® Tipo XF Stimolante fogliare

Prevenire è meglio che curare, occorre muoversi per tempo

La difesa preventiva contro la mosca dell’olivo (Bactrocera oleae Rossi, 1790) è fondamentale per evitare di compromettere la resa delle olive.

La Farina di Basalto® Tipo XF, utilizzata da sola o combinata con altri mezzi tecnici, rappresenta un valido mezzo di difesa contro la mosca dell’olivo. Una soluzione valida anche per le aziende in regime biologico o integrato, permettendo di eliminare o ridurre sostanzialmente i trattamenti adulticidi.

Farina di Basalto®: Cosa è

Per chi non lo sapesse

La Farina di Basalto® è una gamma di farine di varie granulometrie e miscele di granulometrie che sono ottimizzate per i trattamenti in agricoltura. Viene ottenuta mediante la macinazione della materia prima che proveniente dal nostro giacimento. Non c’è aggiunta di altri minerali. o sostanze chimiche. I prodotti Farina di Basalto®, nelle loro varie formulazioni, non contengono silice cristallina libera, né minerali amiantiferi o altre sostanze nocive per l’ambiente o per la vita animale. Sono rispettosi per le api ed altri insetti utili.

Il materiale lavorato non viene a contatto con acque di lavaggio contenenti flocculanti, sostanze pericolose per l’agricoltura.

I prodotti Farina di Basalto® hanno molteplici certificazioni che puoi vedere a questo link

A questo link trovi invece i principali elementi di utilità per le piante.

Da notare le caratteristiche fisico chimiche e la composizione chimica del nostro basalto.

La grande ricchezza dei micro e marco elementi minerali naturalmente contenuti nel nostro basalto

Il basalto è una roccia vulcanica effusiva, caratterizzata da una composizione chimica prevalentemente mafica (in petrografia, il termine mafica è relativo a un gruppo di minerali contenenti magnesio e ferro). Esistono vari tipi di basalto, ciascuno con caratteristiche diverse legate alla loro composizione, struttura e origine.

Non tuti i “basalti” sono uguali e non tutti i basalti danno gli stessi benefici. Basandoci sulla composizione chimica, alla mineralogia e alle caratteristiche fisiche, Il basalto che proviene dal giacimento di Castel Viscardo (TR – Italia) è classificato come tefrite fonolitica.

Il nostro basalto è particolarmente apprezzato per la sua composizione unica con micro e macro elementi di utilità per le piante e, inoltre, anche per le sue proprietà paramagnetiche.

Materiali e metodi per il trattamento con Farina di Basalto®

La Farina di Basalto® Tipo XF è quindi ricca di minerali, è riconosciuta ormai da tempo come una valida ed efficace soluzione per combattere la mosca dell’olivo. Questo trattamento funziona sia come deterrente fisico che come nutriente per le piante.

La prevenzione nella lotta alla mosca dell'olivo

Sempre meglio prevenire

La prevenzione con Farina di Basalto® Tipo XF nei confronti di Bactrocera oleae prevede di effettuare il primo trattamento prima della fase di accrescimento dei frutticini, sebbene la mosca non sia ancora presente nell’oliveto, in modo da ottenere una copertura preventiva. Per le successive applicazioni, in condizioni di non pericolo, è consigliato un trattamento seguendo le fasi vegetative in combinazione con i sistemi di monitoraggio, per ottimizzare gli interventi nel momento più opportuno.

A partire dalla fase di indurimento del nocciolo fino alla raccolta si consigliano trattamenti ripetuti alla dose  del 3% (esempio 3 Kg ongi 100 litri d’acqua).

Il numero dei trattamenti e la periodicità dipendono dall’andamento della stagione e quindi dalle condizioni ambientali.

Il linea generale, salvo per l’appunto una valutazione sull’andamento della stagione e le condizioni ambientali,  per la lotta alla mosca dell’olivo è opportuno intervenire con le applicazioni di Farina di basalto XF in queste fasi:

  • 1* stadio accrescimento del frutto (Giugno)
  • Industimento del nocciolo (Luglio)
  • 2° stadio accrescimento del frutto (Agosto)
  • Maturazione (Settembre e Ottobre)

La distribuzione in campo della Farina di Basalto® Tipo XF

Facile ed intuitiva

La corretta distribuzione della FdB® XF Stimolante fogliare prevede una pre-miscelazione in acqua, prima della distribuzione con botte irroratrice o pompa a spalla. In quanto, essendo la FdB® XF una roccia. Comme tutte le rocce non è solubile in acqua, ma è necessario e fondamentale garantire la giusta sospensione in acqua del prodotto per effettuare in maniera corretta il trattamento.

Nulla di complicato!

A questo link puoi consultare molti esempi di applicazione con le più svariate attrezzature, partendo da molteplici tipi di atomizzatore per arrivare fino alla pompa in spalla.
Consulta quindi gli esempi pratici di applicazione!

I vantaggi dell'applicazione della Farina di Basalto® Tipo XF

Non solo combatti la mosca, ma nutri anche i tuoi olivi

Ecco qui

  • Barriera fisica: dopo la distribuzione del prodotto si forma una barriera fisica sulla superficie delle olive e delle foglie, che scoraggia la deposizione delle uova da parte della mosca;
  • Difesa meccanica: il silicio presente nel basalto garantisce un ispessimento dei tessuti dei frutti rendendo quest’ultimi meno appetibili all’ovideposizione;
  • Apporto di macro e micro elementicome potassio, ferro, magnesio, calcio, che sostengono la crescita della pianta ed una migliore maturazione e accumulo di polifenoli nella drupa;
  • Sostenibilità: è un metodo di difesa preventiva naturale ed ecologico, che tutela la salute dell’uomo e dell’ambiente;

In conclusione: UNISCITI A NOI NELLA LOTTA ALLA MOSCA DELL'OLIVO

Non potrai fare a meno di utilizzare la Farina di Basalto XF Stimolante fogliare - Nutre e protegge le TUE piante!

Utilizzare la Farina di Basalto® Tipo XF come parte di una strategia integrata di gestione delle colture può ridurre significativamente i danni causati dalla mosca dell’olivo e contribuire a una produzione di olive di alta qualità, sostenibile e rispettosa dell’ambiente.

Ancora non sei convinto?

Ora ci pensa Fabio !

Il dott. Fabio Primavera, Agronomo e Direttore Scientifico della nostra azienda, ci da delle importanti indicazioni, molteplici consigli pratici,  per l”applicazione della Farina di Basalto® Tipo XF per la lotta alla mosca dell’olivo. Qui si focalizza l’applicazione per la lotta a questo parassita, ma i benefici sono ormai universamente riconosviuti anche sula lotta ad altri parassiti e malattie su tante altre colture come vite, alberi da frutto , orticultura, cereali, ecc.

Guarda questo video, per ulteriori spiegazioni e suggerimenti per contrastare efficacemente la mosca olearia e per AVER CURA DEI TUOI OLIVI.

Link al video Efficacia della Farina di Basalto contro gli attacchi della Mosca Olearia

 

  • Il dott. Fabio Primavera, Agronomo e Direttore Scientifico della nostra azienda, ci da  molteplici consigli pratici sull’applicazione della Farina di Basalto® Tipo XF idonea per i trattamenti fogliari. Qui si focalizza l’applicazione sull’olivo, ma non solo per la mosca dell’olivo. Si prendono in esame anche gli aspetti di nutrizione e persistenza. I benefici sono ormai universamente riconosciuti anche su tante altre colture come vite, alberi da frutto , orticultura, cereali, ecc.

.

DOVE ACQUISTARE LA FARINA DI BASALTO®

Per acquistare i prodotti della gamma Farina di Basalto® puoi: